COMUNICATO STAMPA DEL 7 GENNAIO 2024

OROCASH PICCO LECCO - CREMONAUFFICIO ESPERIA CREMONA 2-3 (26-24 28-26 16-25 25-27 10-15) 

 

OROCASH PICCO LECCO: Piacentini 12, Conti 16, Zojzi 11, Caneva 15, Sassolini 4, Nardelli 11, Barbagallo (L), Mainetti 2, Morandi, Frigerio, Invernizzi. Non entrate: Monti, Rimoldi (L). All. Milano. 

 

CREMONAUFFICIO ESPERIA CREMONA: Munarini 2, Taborelli 20, Rossini 11, Ferrarini 16, Turla' 5, Piovesan 20, Gamba (L), Landucci 9, Felappi, Coveccia, Balconati, Zorzetto. All. Zanelli. ARBITRI: Tundo, Pasquali. NOTE - Durata set: 31', 32', 27', 34', 18'; Tot: 142'

 

 

ESPERIA CREMONA vince in rimonta su una buona OROCASH PICCO LECCO. 

Le padrone di casa convincono e propongono un bel gioco malgrado l’assenza del palleggiatore Rebecca Rimoldi, al suo posto una bella prestazione della giovane Helena Sassolini.  Ancora out l'argentina Candela Sol Salinas. Il bilancio di giornata per le lecchesi è di 1 punto contro una formazione di altissima classifica. 

Da segnalare nel corso del match l’esordio di Gaia Invernizzi, classe 2006, giovane promessa cresciuta nel vivaio Picco. 

 

Il primo set parte bene per le biancorosse. Subito efficace il gioco proposto (11-8), ma le ospiti cercano subito il recupero accorciando le distanze (20-18). Si va subito ai vantaggi, ma Picco la spunta 26-24. 

Secondo parziale in linea con il precedente. Picco gioca bene e gestisce il vantaggio (14-12). Le padrone di casa chiudono con efficacia il parziale e conquistano il primo punto in palio. 

Terzo set tutto di Cremona, le ospiti partono davanti e gestiscono il vantaggio proponendo un gioco efficace. La partita si riapre. 

Bel quarto set per entrambe le formazioni: partita elettrica fatta di sorpassi e contro sorpassi con bel gioco a livello tecnico (15-15). Tre errori di attacco di Cremona portano le padrone di casa in vantaggio (18-17).  Sul finale errori al servizio da entrambe le parti (23-23). Si va ai vantaggi e la spunta Cremona che conquista il primo punto. 

La partita si chiude al tie break con un Cremona decisamente più sul pezzo sin dai primi punti (2-6). La stanchezza si fa sentire sul finale e le ospiti chiudono set e match conquistando anche il secondo punto in palio. 

 

“Stasera abbiamo fatto bene alcune cose e male altre. Siamo stati bravi a tenere il gioco punto a punto. Poi il quinto set poco convinto, sull’onda della delusione del quarto. Da segnalare la forza delle nostre avversarie che condividono con Macerata l’apice della classifica di girone - precisa Gianfranco Milano -. Abbiamo tenuto testa in molte frazioni di gioco e dovremmo puntare sulla continuità. Dobbiamo essere contenti con tutte le emergenze che stiamo vivendo. La prossima gara in casa con San Marignano dovrà vederci convinte di chiudere occasioni come quella di questa sera”. 

 

Commento positivo anche per Helena Sassolini: “Sono molto contenta delle prestazione ma si può sempre fare meglio. Lotteremo fino alla fine per la salvezza”. 


Last update: 2024-01-07 17:49